Articoli

I migliori Autori 2015

I migliori Autori 2015

Micaela Crippa si è aggiudicata il primo primo posto nel concorso giornalistico organizzato dall’Associazione Autori. Ha avuto la meglio nella rosa di sei finalisti decisa alla giuria che ha esaminato i quasi 500 articoli in lizza e deciso anche i vincitori delle 33 testate del gruppo iNetweeK di Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Ligura e Toscana.
La giornalista del “Giornale di Lecco” è stata poi la più votata, dagli oltre 150 giornalisti presenti, nella finalissima che si è svolta venerdì scorso, 3 luglio, nella prestigiosa sede del Museo del Legno di Cantù. Il suo articolo, “Muore a 47 anni: la seconda moglie lo seppellisce accanto alla prima compagna e adotta la loro figlia”, è stato giudicato il migliore.
Al secondo posto, ex aequo, Francesco Li Noce de “La Riviera di San Remo” (“Cerca la tomba della nonna ma trova i suoi resti in un sacco della spazzatura abbandonato nel deposito. Ecco la foto raccapricciante”) e un gruppo di giornalisti del “Giornale di Monza” con un reportage “Il Lambro esonda per due volte. Monza sommersa come nel 2002”.
Al quarto Clara Cappelletti, del Giornale di Cantù (Gli amputano la gamba a 19 anni per un tumore. “L’ho chiesto io. Ora sarò sereno”). Quinto posto per Marco Bogetto de “La Nuova Periferia di Chivasso” (“Anziano pensionato svuota il suo conto in banca per vedere la sua giovane amica nuda. Ma era una truffa”). E, infine, sesto posto per Stefano Dattesi, dell’edizione di Bollate-Paderno di Settegiorni (“Due vigili in servizio sorpresi in campagna mentre dormono in auto. Ecco la foto dello scandalo”).
Alla cerimonia, condotta con grande verve dal giornalista Maurizio Vermiglio, è stato anche assegnato il premio alla carriera a Maurizio Colombo e il premio exploit al Giornale di Lecco per le numerose edizioni straordinarie redatte durante gli scorsi mesi.
Ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale canturina il sindaco Claudio Bizzozero sottolineando l’importanza del giornalismo locale e di un gruppo come iNetweek. E’ intervenuto anche Maurizio Riva, del gruppo Riva 1920, specializzato in lavorazione del legno da tre generazioni (“Sono angustiato dal mondo che ci circonda e terrorizzato da quello che stiamo lasciando alle nuove generazioni, ho particolarmente a cuore i giovani. Ecco perché il mio desiderio più grande è che la mia persona, e il mondo del legno a cui appartengo, possano in qualche modo aiutarli, cercando di infondere loro coraggio e nuovi stimoli, trasmettendo loro la stessa forza di volontà e la stessa passione che, tanti anni fa, riuscirono a darmi mio padre e mio nonno”).
La cerimonia di conferimento del premio, giunto quest’anno alla sua seconda edizione, è stata anche l’occasione per parlare dei problemi del giornalismo e delle sue prospettive. “In una situazione sempre più terribile – ha sostenuto Angelo Baiguini, uno dei direttori editoriali dei giornali del gruppo iNetweeK e membro del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti – ci si può difendere solo puntando sulla sempre maggiore qualità del nostro lavoro e sullo stare al passo coi tempi, difendendo al contempo, strenuamente, il diritto d’autore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *